Vai al contenuto

L’obsoleto al contrario / Voltarsi indietro per capire il futuro. Il video dell’incontro

    Invenzione dell’alfabeto, invenzione della stampa, programmazione dei computer, nascita di internet: l’intelligenza artificiale è solo l’ultimo passo di un percorso che, secondo alcuni, ha origine insieme alla scrittura, e cioè nel momento in cui abbiamo cominciato a fissare i nostri pensieri su un supporto esterno.

    Mercoledì 3 aprile nella sede di Belleville, Walter Siti, Laura Tripaldi e Matteo De Giuli, moderati da Andrea Cristallini, hanno provato a immaginare l’impatto che l’evolversi dell’intelligenza artificiale avrà sulla delicata relazione tra umani e tecnologia. E hanno discusso le molte forme di creatività, in parte ancora inesplorate, destinate a restare inaccessibili a un algoritmo generativo.

    Buona visione!

    Matteo De Giuli

    Nato a Roma nel 1985, è senior editor del Tascabile. Dal 2017, insieme a Nicolò Porcelluzzi, cura MEDUSA, una newsletter sull'Antropocene e sui cambiamenti climatici e culturali che lo caratterizzano. Nel 2021 ha pubblicato, sempre con Porcelluzzi, Medusa. Storie dalla fine del mondo (per come lo conosciamo) (NERO Editions), un saggio narrativo che riprende e approfondisce i temi della newsletter. Ha collaborato  con Rai3 e Radio3 come conduttore e autore e ha scritto per varie riviste cartacee e online, tra cui National Geographic, Prismo e Il Venerdì di Repubblica.

    Laura Tripaldi

    Nata a Varese nel 1993, è scienziata e scrittrice. Ha conseguito un dottorato di ricerca in Scienza e Nanotecnologia dei Materiali ed è autrice dei saggi Gender tech. Come la tecnologia controlla il corpo delle donne (Laterza 2023); Corpi ambigui. Sguardi, genere, tecnologia (Einaudi 2021) e Menti parallele. Scoprire l’intelligenza dei materiali (effequ 2020).

    Walter Siti

    Docente universitario in pensione, critico letterario e romanziere (e anche, come spesso si dice in tono d'accusa, intellettuale). Nato a Modena nel 1947, morirà probabilmente a Milano.