Mondi lontanissimi. Scrivere la fantascienza

Docenti

Data
29 settembre 2022

Durata

10 lezioni / 20 ore


Quando

Giovedì dalle 19.30 alle 21.30


Modalità
Online

Costo
360
AcquistaRegalaBorsa di studio

Isaac Asimov, Ursula Le Guin, Frank Herbert, Philip K. Dick, Stanislaw Lem: sono solo alcuni degli assoluti maestri di un genere troppo spesso sottovalutato, specie nel nostro paese. Eppure la fantascienza guarda lontano, prende di petto i grandi temi dell’identità, della catastrofe ambientale, della giustizia sociale, del senso del nostro essere umani, e lo fa con un’acutezza, con un’audacia, che raramente si riscontrano in altri generi letterari.

Nel corso di dieci lezioni, di cui otto prevalentemente frontali e due di laboratorio, Laura Pariani e Nicola Fantini accompagneranno i partecipanti nell’analisi di alcuni dei motivi classici della science-fiction – dai viaggi nel tempo alle leggi della robotica, dalle invasioni aliene alle esplorazioni spaziali – approfondendo le tecniche e i modi utili a costruire dispositivi narrativi efficaci, pieni di fascino, intellettualmente stimolanti.

Attraverso le esercitazioni proposte di volta in volta, ciascuno dei partecipanti potrà lavorare a un proprio progetto fantascientifico, la cui coerenza e forza inventiva sarà valutata nei due incontri finali.


> Belleville assegna una borsa di studio a copertura totale del costo del corso. Il bando è aperto dal 20 maggio al 30 giugno 2022.

> Le iscrizioni chiuderanno al raggiungimento del numero massimo di partecipanti (25).


Laura Pariani ha scritto più di trenta romanzi, tra cui La spada e la luna (Sellerio 1995; premio Elsa Morante), La Signora dei porci (Rizzoli 1999; Premio Grinzane Cavour), Quando Dio ballava il tango (Rizzoli 2002; premio Alassio), Milano è una selva oscura (Einaudi 2010; premio Selezione Campiello), Il piatto dell’angelo (Giunti 2013; Premio Carlo Levi). Tra i suoi ultimi libri: Questo viaggio chiamavamo amore (Einaudi 2015; Premio Bergamo), Per me si va nella grotta oscura (Didattica attiva 2016), “Domani è un altro giorno” disse Rossella O’Hara (Einaudi 2017), Caddi e rimase la mia carne sola (Effigie 2017), Di ferro e d’acciaio (NNE 2018; Premio Mondello), Il gioco di Santa Oca (La nave di Teseo 2019; premio Selezione Campiello) e Apriti, mare! (La nave di Teseo 2021). Con Nicola Fantini ha firmato cinque romanzi e vari racconti tra cui Il rasoio di Asimov (La Stampa/Repubblica 2020). Una ventina delle sue opere teatrali sono state rappresentate in Italia e all’estero. Ha partecipato alla sceneggiatura del film Così ridevano (Leone d’oro 1998). È tradotta in molte lingue.

Nicola Fantini è traduttore dall’inglese di romanzi di fantascienza. Ha esordito in narrativa negli anni Ottanta con racconti fantasy; nel 1994 vince con un racconto il Premio Alien e l’anno seguente pubblica La variabile Berkeley (Editrice Nord, Premio Cosmo). Seguono i reportage Diario argentino (2004, con Antonio Dal Masetto) e Argentina fuori dal coro (con Naomi Klein, Antonio Moresco, Laura Pariani; Fandango 2007). Con Laura Pariani ha scritto: Nostra Signora degli scorpioni (Sellerio, 2014; Premio Onor d’Agobbio), Che Guevara aveva un gallo (Sellerio 2016), La macchina tigre (Pelledoca 2018) e Il lago dove nacque Zarathustra (Interlinea 2018), Arrivederci signor Cajkovskij (Sellerio 2019), Il rasoio di Asimov (La Stampa/Repubblica 2020). Il genere gotico è una delle sue passioni: La setta delle catacombe (Barbera 2008) e Fuggito è il giorno (edizionifuoridalcoro, Mendrisio 2018). Ha pubblicato Il mio nome è Lemuel nell’antologia Strani mondi (Urania Millemondi2019). È tradotto in francese e spagnolo.


Programma

29settembre2022
Catastrofi a scelta
Rifletteremo su come romanzi e film hanno raccontato sia le conseguenze di guerre nucleari, cambiamenti climatici o pandemie, sia le difficoltà dei sopravvissuti in un mondo scarsissimo di risorse. Ci soffermeremo in particolare sulle caratteristiche delle società rappresentate nelle storie distopiche. Il primo obiettivo è comprendere come l’invenzione di una distopia passi attraverso un legame coerente tra la vita che conosciamo e il futuro che immaginiamo, attraverso indizi, reperti, tracce. Il secondo è iniziare un percorso di invenzione linguistica che proseguirà per tutto il corso.
Dalle 19.30 alle 21.30

06ottobre2022
Odissea nello spazio
Partendo da uno dei classici della fantascienza – il romanzo di Arthur C. Clarke e il film di Stanley Kubrick – analizzeremo la dimensione epica del viaggio spaziale: in particolare, i mezzi (dagli spazi claustrofobici delle navicelle a quelli più ampi delle stazioni di cambio cosmiche, fino alle gigantesche arche stellari), le tecniche di viaggio (uso dell’intelligenza artificiale, processi di ibernazione), i pericoli rappresentati dal tempo e dall’ignoto. Obiettivi: individuare le caratteristiche “epiche” dei protagonisti del viaggio spaziale (esploratori, capitani di astronave, soldati, esiliati, avventurieri…); approfondire il percorso di invenzione linguistica.
Dalle 19.30 alle 21.30

13ottobre2022
Uomini, macchine e guai
Analizzeremo alcuni dei topoi tecnologici della fantascienza (robot, tecnologia portatile, domotica…), per arrivare alle tre leggi della robotica inventate da Asimov. Obiettivo: comprendere come la costruzione e la caratterizzazione di un personaggio-macchina non sia differente da quella di un personaggio umano.
Dalle 19.30 alle 21.30

20ottobre2022
Più che umano
Un primo focus sarà dedicato alle alterazioni tecnologiche del corpo umano (innesti oculari, microchip, arti bionici…) che permettono l’acquisizione di superpoteri fisici e mentali (telepatia, telecinesi). Un secondo momento di approfondimento verterà sul fragile confine tra essere umano e cyborg. Obiettivo: comprendere le potenzialità espressive di un personaggio-ultraumano.
Dalle 19.30 alle 21.30

27ottobre2022
Fabbricanti di universi
I luoghi in cui si svolgono le storie di fantascienza non sono semplici sfondi, ma elementi determinanti sul piano sia narrativo che simbolico. Ci soffermeremo sulla costruzione di questi mondi – pericolosi, ipertecnologici, fantasiosi – per esplorarne la geografia e le regole interne. Il lavoro di immaginazione si tradurrà nella costruzione di vere e proprie mappe e nell’invenzione toponomastica.
Dalle 19.30 alle 21.30

03novembre2022
Incontri ravvicinati
Partendo da uno dei temi dell’età d’oro della fantascienza – la paura di un’invasione aliena –, rifletteremo su come i maestri del genere hanno costruito i personaggi di specie aliene (forme, individualità, mostruosità, superiorità) e come hanno immaginato la convivenza tra noi ed esse. Obiettivi: inventare una popolazione aliena con un corpus di leggi, testi, credenze, miti che ne alimentino l’immaginario; inventare una lingua aliena.
Dalle 19.30 alle 21.30

10novembre2022
Fantapregiudizi: la fantascienza è roba da maschi?
Ragioneremo sulle figure femminili nella sf, analizzando il contributo delle scrittrici nell’immaginare la condizione della donna nel futuro (maternità, divisione dei ruoli…), con innovazioni che riguardano sia i contenuti sia le forme linguistiche. Obiettivo: saper costruire personaggi femminili che si distacchino dai cliché e/o società completamente femminilizzate.
Dalle 19.30 alle 21.30

17novembre2022
Il tempo è il solo nemico
Il tema del viaggio nel tempo, prevalentemente dal presente al passato, si incrocia con quello dei paradossi temporali e con la teoria degli universi paralleli. Individueremo i paradigmi che governano il time-travelling e i paradossi a cui fare attenzione, spiegando come utilizzarli per inventare trame elaborate e avvincenti, con colpi di scena o elementi ricorsivi, ed esplorando le possibili interazioni dei personaggi con la tecnologia e la popolazione di un’epoca lontana. Obiettivo: raccontare il viaggio temporale e i suoi protagonisti (scienziati, storici, «chrono-detectives»…) in chiave “epica”.
Dalle 19.30 alle 21.30

24novembre2022
Laboratorio
Analisi e commento dei testi dei partecipanti.
Dalle 19.30 alle 21.30

01dicembre2022
Laboratorio
Analisi e commento dei testi dei partecipanti.
Dalle 19.30 alle 21.30

Bibliografia:

Durante il corso ci faremo accompagnare da libri, film, fumetti e cartoni animati che di volta in volta suggeriremo. Segnaliamo intanto alcune letture:

Distopie
Catastrofi a scelta, Isaac Asimov (a cura di)
Deserto d’acqua, J.G. Ballard
Barbagrigia, Brian Aldiss
Picnic sul ciglio della strada, Arkadij e Boris Strugackij
1984, George Orwell
Farhenheit 451, Ray Bradbury
La luna è una severa maestra, Robert A. Heinlein
Arancia meccanica, Anthony Burgess
L’arresto, Jonathan Lethem

Viaggi spaziali
2001: Odissea nello spazio, Arthur C. Clarke
Orfani del cielo, Robert A. Heinlein
Non-stop, Brian Aldiss
Mothership, John Brosnan
Guida galattica per autostoppisti, Douglas Adams
Memorie di un viaggiatore spaziale, Stanislaw Lem
Aurora, Kim Stanley Robinson

Uomini e macchine
Ciclo dei robot, Isaac Asimov
Il sistema riproduttivo, John Sladek
Cyberiade, Stanislaw Lem

Uomini modificati
Più che umano, Theodore Sturgeon
Minority Report, Philip K. Dick
Ma gli androidi sognano pecore elettriche?, Philip K. Dick
Morire dentro, Robert Silverberg
Il telepatico, John Brunner

Mondi alieni
I fabbricanti di universi, Philip José Farmer
Ciclo dei Principi Demoni, Jack Vance
Il mondo del fiume, Philip José Farmer
Dune, Frank Herbert
Trilogia della fondazione, Isaac Asimov

Incontro con gli alieni
La cosa padre, Philip K. Dick
Il giorno dei trifidi, John Wyndham
Cronache marziane, Ray Bradbury
Solaris, Stanislaw Lem
Perdido Street Station, China Miéville
Legami di sangue, Octavia Butler
Le maree di Kithrup, David Brin

Fantascienza al femminile
La via delle stelle, James Tiptree (Alice Bradley Sheldon)
La mano sinistra delle tenebre, Ursula Le Guin
Mendicanti di Spagna, Nancy Kress
La parabola del seminatore, Octavia Butler
Il racconto dell’ancella, Margaret Atwood
Anche la regina, Connie Willis
Ciclo di Ancillary, Annie Leckie

Viaggi nel tempo
Il tempo è il solo nemico, Michael Bishop
Tutti voi zombie, Robert A. Heinlein,
Un gran bel futuro, Robert A. Heinlein
L’anno del contagio, Connie Willis
All Clear, Connie Willis
Il gattino di Schrödinger, George Alec Effinger
Il paradosso Hemingway, Joe Haldeman
L’anomalia, Hervé Le Tellier

Note:

- In caso di assenza, è possibile richiedere fino a un massimo di 2 registrazioni scrivendo a studenti@bellevillelascuola.com. La registrazione verrà condivisa con un link Vimeo valido per 24 ore.

- Le iscrizioni si chiudono alle ore 14.00 del giorno di inizio del corso, salvo esaurimento posti.

- L’acquisto dei moduli di formazione è possibile anche tramite bonifico bancario compilando il modulo "Acquista con bonifico" e la disposizione di pagamento all'indirizzo amministrazione@bellevillelascuola.com entro le 18.00 del giorno precedente a quello di inizio del corso. Le coordinate bancarie sono: conto intestato a Belleville Srl, IBAN: IT22C0306909620100000001135.

- Gli ex allievi della scuola hanno diritto a uno sconto del 5% sul costo di ogni corso. Per richiedere l’applicazione dello sconto è necessario inviare una mail a amministrazione@bellevillelascuola.com.

Informazioni tecniche:

Le lezioni si svolgeranno su Zoom. Scarica l’app per un miglior funzionamento, oppure accedi da browser Chrome.