C'è come un dolore nella stanza. Laboratorio di scrittura

Docente

Data
03 novembre 2022

Durata

6 lezioni / 14 ore


Quando

giovedì dalle 19.00 alle 21.00 / lezione finale sabato dalle 14.00 alle 18.00


Modalità
In presenza e online

Costo
310

Molte scrittrici e scrittori contemporanei si sono dedicati a opere il cui tema centrale è il lutto. Il dolore di una perdita diventa occasione narrativa, sia pur con approcci, fini ed esiti affatto differenti. Questo corso ha l’obiettivo di fornire metodi e strumenti per sottrarre il proposito letterario alla mera emotività e alla magmatica urgenza dei ricordi, proponendo lo studio di testi di grandi autori che hanno raccontato il lutto basandosi spesso – ma non esclusivamente – sulle proprie esperienze biografiche. Trovare le parole giuste per dire quel che massimamente ci addolora è uno dei compiti più ardui, ma al tempo stesso ha un valore fondante per la letteratura d’ogni lingua. Proprio ciò che sembra più spontaneo deve invece confrontarsi con una lunga tradizione: ogni epoca rielabora e rinnova il tentativo di rendere universale quanto c’è di più intimo e complesso.

Attraverso l’analisi dei testi verrà declinata anzitutto la varietà di generi oggi a disposizione: memoir, racconto, romanzo, saggio-reportage, poesia. Si lavorerà poi sul rapporto tra esperienza e finzione, su misura e stile, su pulsione autobiografica e rapporto col lettore, lambendo questioni etiche ed estetiche che un autore consapevole può forse disconoscere, ma non ignorare. A ciascun partecipante è data l’occasione di lavorare su un proprio testo, affinandolo via via in base alle indicazioni emerse durante le lezioni. 


> Yari Selvetella ha presentato il laboratorio giovedì 13 ottobre alle 19.00 in un incontro in diretta streaming. Chi volesse ricevere la registrazione della presentazione può scrivere una mail a info@bellevillelascuola.com.

> Le iscrizioni chiuderanno al raggiungimento del numero massimo di partecipanti (20).


Il docente

Yari Selvetella (Roma, 1976) è autore di vari romanzi, tra cui: La banda Tevere (Mondadori 2015), Le stanze dell’addio (Bompiani 2018), finalista al Premio Strega, al premio Wondy e al Premio Lucca, scelto da Robinson tra i migliori del 2018; e Le regole degli amanti (Bompiani 2020), vincitore Premio Cambosu. Giornalista a Rai Uno, lavora come autore televisivo e inviato. Il suo prossimo romanzo, Vite mie, sarà pubblicato da Mondadori nell'ottobre del 2022. 

Programma

03novembre2022
Intro. Un’indagine teleologica
Qualche buon motivo per desistere e uno, ottimo, per continuare a scrivere. Nel primo incontro a ciascun partecipante viene chiesto di portare con sé un “soggetto” su cui intende lavorare e, se possibile, di condividere i propri intenti. Vengono sommariamente presi in considerazione i progetti presentati.
Dalle 19.00 alle 21.00

10novembre2022
Il dolore “nella stanza”. Che cos’è?
Di come, scrivendo, si tenta di condividere l’esperienza del lutto. Testi di riferimento: C. S. Lewis, "Diario di un dolore"; Julian Barnes, "Livelli di vita"; Sonali Deraniyagala, "Onde".
Dalle 19.00 alle 21.00

17novembre2022
A che cosa serve il lutto?
Di come, scrivendo, si tenta di trasformare la perdita di chi ci è caro in una più ampia esperienza di comprensione di sé e del mondo. Testi di riferimento: Joan Didion, "L’anno del pensiero magico"; Joyce Carol Oates, "Storia di una vedova".
Dalle 19.00 alle 21.00

24novembre2022
Frammenti (non) trascurabili. Oltre il memoir
Di come si maneggia il dolore degli altri, di come e quanto può essere nostro il dolore di un personaggio, di come il dolore di un personaggio entra nella vita del lettore. Testi di riferimento: Julio Cortázar, "Rayuela"; Alessandro Manzoni, "I promessi sposi"; George Saunders, "Lincoln nel Bardo".
Dalle 19.00 alle 21.00

01dicembre2022
L’assoluto imprendibile
Di come, e a quali condizioni, la letteratura può essere strumento di verità: la parola della poesia. Analisi e commento di alcune poesie di: G. Carducci, A. Gatto, E. Montale, Orazio, G. Ritsos, A. Rosselli e altri.
Dalle 19.00 alle 21.00

10dicembre2022
Galleria di contemporanei e considerazioni finali - (in presenza)
Indicazioni operative attraverso un’analisi della narrativa e della varia italiana contemporanea di recente pubblicazione. Con testi tratti da: M. Peano, A. Milan, A. Ferracuti, N. Terranova e altri. Nell’ultima parte della lezione si tirano le fila, si verifica l’avanzamento dei progetti di ciascuno, si condividono eventuali nuove convinzioni acquisite e nuovi dubbi, testi scritti o in via di stesura, con la speranza di aver fornito ai partecipanti degli utili strumenti di consapevolezza e consigli pratici.
Dalle 14.00 alle 18.00

Note:

- In caso di assenza, è possibile richiedere fino a un massimo di 2 registrazioni scrivendo a studenti@bellevillelascuola.com. La registrazione verrà condivisa con un link Vimeo valido per 24 ore.

- Le iscrizioni si chiudono alle ore 14.00 del giorno di inizio del corso, salvo esaurimento posti.

- In caso di pagamento con bonifico bancario è necessario compilare il modulo d’iscrizione cliccando "Acquista con bonifico" e inviare la disposizione di pagamento all'indirizzo amministrazione@bellevillelascuola.com. L’iscrizione non sarà confermata fino alla risposta della segreteria didattica.

- Gli ex allievi della scuola hanno diritto a uno sconto del 5% sul costo di ogni corso. Per richiedere l’applicazione dello sconto è necessario inviare una mail a amministrazione@bellevillelascuola.com.

Informazioni tecniche:

Le lezioni online si svolgeranno su Zoom. Scarica l’app per un miglior funzionamento, oppure accedi da browser Chrome. La lezione in presenza si svolgerà nella sede di Belleville in via Carlo Poerio 29 a Milano.